SWEET SWEET HOME




.....................Benvenuti in casa mia............................



Non so come tu sia riusciuto a trovarla. Che sia stato il fato o una forza misteriosa a permetterti di raggiungere questo riparo non ha importanza. Entra e riposa le membra stanche dal lungo vagare. Accetta senza remore quel po' che posso offrirti e, nell'andar via porta con te nel mondo un po' della serenità che qui vi regna.










lunedì 18 marzo 2013

SI AVVICINA LA SANTA PASQUA………ricordi del mio primo albero di pasqua in Italia.

 

Uno, due, tre, quattro…..passano i minuti. Ore, giorni, mesi, anni…scorrono velocemente sotto i miei occhi. Trentasette……sono già trascorsi trentasette anni, eppure sembra solo ieri che i miei presero la grande decisione, il nostro rientro definitivo in Italia. Lasciare la Germania, terra che mi aveva accolta tanti anni prima e della quale mi sentivo ormai figlia, straziava il mio essere nel profondo. Un legame, per me indissolubile, che i miei avevano deciso di troncare di netto senza neanche chiedermi cosa ne pensassi.

 

DSC_5774a

E così, con la morte nel cuore, cercai in quegli ultimi giorni di rivedere tutti i luoghi che mi erano più cari. Selezionavo ed immagazzinavo i miei ricordi: la risata argentina di Sandra, mia complice e fedele amica fin dall’asilo, il sorriso schietto di herr Peter, il nostro macellaio, che sapendo quando io amassi il suo leber käse me ne regalava un pezzetto ogni volta che accompagnavo la mamma a fare la spesa. La minuta e dolcissima frau Grete, che con la sua strizzatina d’occhio mi invitava a prendere una caramella mentre suo marito andava nel retrobottega. Ancora ad oggi sorrido al ricordo, di quel piccolo stratagemma, che i due usavano per regalarmi le caramelle. Sono sicura che tutti e due sapessero benissimo che, quando uno di loro si recava nel retrobottega, l’altro mi facesse cenno con l’occhiolino affinché prendessi, nel grosso barattolo di vetro, le mie caramelle preferite.

 

DSC_5772a

Purtroppo le macchine fotografiche dell’epoca funzionavano con i rullini e quantunque io ne avessi acquistati non sarebbero mai stati sufficienti a contenere quello che volevo fissare sulla pellicola. Allora i miei occhi presero il posto della mia piccola Kodak e, come una digitale dei giorni nostri, cominciai a scattare foto e ad immagazzinarle nella mia mente, ne scattai talmente tante che pensavo il mio cervello potesse scoppiarne.

 

DSC_5781a

Poi arrivò il giorno della partenza, dai miei occhi non vennero fuori lacrime, il mio non era un addio, ma solo uno struggente arrivederci. Sapevo in cuor mio che prima o poi sarei tornata, anche solo per una breve vacanza, ma sarei tornata a “Casa”.

 

DSC_5782a

Una volta giunta in Italia ero intenzionata a non lasciare sfumare nell’oblio tutte quelle immagini che avevo scattato con gli occhi e che custodivo gelosamente nel cuore. Ormai mancava solo qualche settimana alla Santa Pasqua e quale occasione migliore, per illudermi di essere ancora in Germania, se non decorare un bellissimo albero di Pasqua. Mi misi subito all’opera , acquistai le uova e iniziai a svuotarle per poi dipingerle, alla fine ero stanca, ma felice del mio albero. Non mi importava delle risatine di sarcasmo che le amiche di mamma lanciavano all’indirizzo del mio albero, sono sicura che mi prendessero per una matta o che pensassero che non fossi tanto normale, ma a me questo non importava. Oggi, a distanza di 37 anni, molte di quelle donne che sghignazzavano alla vista del mio albero di Pasqua ne decorano uno nelle loro case ed io ne sono orgogliosa. Nella mia amata Germania ormai ci torno almeno una volta l’anno, ma mi piace l’idea di averne trapiantato un pezzetto anche qui in Abbruzzo dove vivo ormai da 37 anni.

Un grosso abbraccio a tutti voi che seguite con tanto affetto questo mia pagina e che il Signore vi protegga sempre.

Gilda

27 commenti:

  1. Che bel post Gilda, parole e immagini che commuovono.
    Buona giornata

    RispondiElimina
  2. Gilda cara che belli questi tuoi ricordi così struggenti e grazie per condividerli con noi!

    RispondiElimina
  3. Grazie Gilda di questo bel post di oggi... per i tuoi racconti scopriamo sempre piu cose e non sapevo che tu venivi dalla Germania. Paese molto bello oltretutto dove ci ho passato un intera estate girandola tutta peccato per la pioggia copiosa che spesso mi ha fatto desistere dallo scendere ed andare a visitare un posto..... cosi ho la scusa di doverci tornare ;-)

    ti abbraccio... Cristina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti conosco da poco(tramite fb)ma e' stato piacevole leggere i tuoi ricordi(dopotutto fanno un po' parte del mio lavoro)sei arrivata dove volevi..al cuore.I dolci ricordi ci fanno fare pace con le controversie della vita.Dovremmo farlo un po' tutti e condividerli.Ti saluto caramente labottegadeisogni

      Elimina
  4. Wow, che meraviglia.. le immagini parlano da sole e le tue parole commoventi.
    Un abbraccio
    Serena

    RispondiElimina
  5. Una bellissima tradizione arrivata da un pò di tempo anche qua!!
    un caro saluto Elisa

    RispondiElimina
  6. Ciao..
    ho letto con attenzione..
    Ricordi e parole che commuovono...

    RispondiElimina
  7. Grazie Gilda cara, per aver condiviso con noi questi tuoi dolorosi ricordi! Il tuo post è carico di emozioni così vere! Un abbraccio

    RispondiElimina
  8. grazie per aver condiviso con noi questo ricordo prezioso della tua vita!!!!!! ti abbraccio fortissimo Lory

    RispondiElimina
  9. Un post molto profondo, pieno di sentimenti e nostalgia. Sai Gilda, di tutte le persone che conosco che sono tornate dalla Germania, o altra Nazione, sei l'unica a parlare così. Significa che tu lì ci sei stata tanto bene, che è stata una terra accogliente e che ti ha avvolta d'affetto. Bellissimo anche questo tuo albero di Pasqua. Paola

    RispondiElimina
  10. Bellissimi i tuoi ricordi.....e molto bello il fatto che tu li condivida con tutte noi.
    Un abbraccio
    Elena

    RispondiElimina
  11. Carissima Gilda, mi hai commosson con questo post, i brividi e sappi che la prossima volta che vieni in Germania mi piacerebbe tantissimo incontrati, Wiesbaden non é male es sono sicura che ti piacerá!!! ein dicker Kuss!!

    RispondiElimina
  12. Che bei ricordi Gilda, mi hai commosso. I ricordi d'infanzia sono sempre belli, darei qualsiasi cosa per riviverne almeno un giorno.
    Buona Pasqua!

    RispondiElimina
  13. Che bello Gilda... venire qui da te ed essere accolti da queste immagini.. mi dispiace se non passo più tanto spesso (da te come negli altri blog), ma il 2012 è stato un anno difficile e il 2013 non è da meno... ma ho tanti progetti che voglio realizzare e poco tempo per farlo... ecco perchè il blog resta indietro... Un bacione e un caro saluto...

    RispondiElimina
  14. Hi Gilda, what a beautiful and nostalgic post. Thank you so much for sharing.

    RispondiElimina
  15. E' tutto molto bello...l'albero...ma anche il sentimento che provi a farlo tutt'ora.
    Ciao,
    Ilenia

    RispondiElimina
  16. berllissime immagini e struggenti ricordi
    anna maria

    RispondiElimina
  17. Gilda è meraviglioso, non avevo mai visto un albero di Pasqua.
    Un bacio grande.
    Miky

    RispondiElimina
  18. I want to wish you a Happy Easter!
    Lova Sirpa♥

    RispondiElimina
  19. Gilda está linda sua arvore de Páscoa, eu fiz ovinhos coloridos arrumei meus coelhos, mas não fiz arvore , agora não da mais tempo, mas ano que vem eu faço igual a sua, um bj e feliz Páscoa amiga,

    RispondiElimina
  20. Che bei ricordi, bellissime le foto, ti auguro una buona Pasqua e Pasquetta, Fulvia.

    RispondiElimina
  21. Carissima Gilda, l'albero è bellissimo e le tue parole mi hanno toccato il cuore. Auguro una serena Pasqua a te e alla tua famiglia.
    Tiziana

    RispondiElimina
  22. GILDA TESORO PASSO XGLI AUGURI DI BUONA PASQUA!!!..L'ALTRO GIORNO NEL TUO SHOP HO VISTO CHE CI SONO LE FORBICI VOLEVO MANDARTI EMAIL MA POI LA FRETTA E IL POCO TEMPO ECCO QUA ME SO SCORDATA! APPENA RIESCO PASSO A PRENDERMELEEEEEEEEEEE! BACIOTTI BUONA FESTA IN PACE IN FAMIGLIA!

    RispondiElimina
  23. Ciao Gilda! mi hai fatto venire il magone! il mondo interiore di quando siamo bambini è più grande di quanto gli adulti ormai hanno dimenticato aver avuto anch'essi. I tuoi ricordi nessuno te li potrà mai cancellare! un bacio
    Bogomilla

    RispondiElimina
  24. Hello! What A beautiful picture about luxury home blog ! I wish you a nice spring!
    Oggettistica

    RispondiElimina
  25. Congratulations on the blog and for the beautiful images.
    oggettistica online

    RispondiElimina